Seleziona una pagina
sismabonus 110% 30 | 07 | 2020

Dopo la pubblicazione della guida dell’Agenzia delle Entrate per ufficializzare l’avvio delle misure contenute negli articoli 119 e 121 del Decreto Rilancio, si stanno aspettando i provvedimenti attuativi da parte dell’Agenzia delle Entrate e del Ministero dello Sviluppo Economico.

Il MISE emanerà due decreti attuativi che sono di sua stretta competenza:

il Decreto Requisiti tecnici

il primo, il Decreto Requisiti tecnici, secondo quanto previsto dal comma 3-ter dell’articolo 14 del DL. 4 giugno 2013, n. 63, convertito con modificazioni dalla legge 3 agosto 2013, n. 90, prevede il concerto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti definisce i requisiti tecnici che devono soddisfare gli interventi che beneficiano delle agevolazioni, così come dei massimali di costo relativi a ogni singola tipologia di intervento.

Si tratta di una previsione introdotta dal legislatore nel 2013 che aveva già iniziato a modificare il sistema delle detrazioni fiscali per le agevolazioni e gli interventi edilizi e che delegava il MiSE, di concerto con Mattm, Mit e Mef, alla redazione del cosiddetto decreto requisiti minimi. Il Decreto è già esistente, ma deve essere modificato rispetto alle nuove disposizioni normative inserite nell’articolo 119.

il provvedimento definisce in particolare:

  • i requisiti tecnici che devono soddisfare gli interventi che beneficiano delle agevolazioni di cui all’Ecobonus, del Bonus facciate e del Superbonus al 110%;
  • i massimali di costo specifici per singola tipologia di intervento;

le procedure e le modalità di esecuzione di controlli a campione, sia documentali che in situ, eseguiti dall’ENEA  che saranno volti a verificare il rispetto dei requisiti che determinano l’accesso al beneficio.

Quanto in particolare ai massimali di costo, lo schema di decreto stabilisce che per gli interventi di cui all’art. 119 del D.L. 34/2020 (Superbonus) nonché per gli altri interventi che prevedano la redazione dell’asseverazione da parte del tecnico abilitato, il tecnico abilitato stesso assevera che siano rispettati i costi massimi per tipologia di intervento, nel rispetto dei seguenti criteri:

  • i costi per tipologia di intervento sono inferiori o uguali ai medi delle opere riportati nei prezzari predisposti dalle regioni e dalle province autonome territorialmente competenti in cui è sito l’edificio oggetto dell’intervento, oppure in prezzari commerciali;
  • in assenza, i prezzi devono essere determinati in maniera analitica, con procedimento che tenga conto di tutte le variabili che intervengono nella definizione dell’importo stesso.

Il Decreto asseverazioni

Il secondo decreto, il Decreto Asseverazioni (comma 13 dell’art. 119), ovvero la definizione delle modalità di trasmissione e del relativo modulo delle asseverazione che vengono successivamente trasmesse all’Enea e ai vari organi competenti.

Leggi anche

https://sismabonus110.com/sismabonus-110-guida-pratica-per-non-perdere-loccasione

https://sismabonus110.com/sismabonus-110-la-guida-dellagenzia-delle-entrate

[cta_newsletter form=[mc_form_newsletter form_name="page_end"]

Pin It on Pinterest

Share This